il paese della cupa

Sabato 7 maggio 2016 ore 16.30 – stazione ferroviaria Conza-Andretta-Cairano (Av)

Conza della Campania. Vinicio Capossela presenta il suo ultimo album “CANZONI DELLA CUPA” (La Cùpa/Warner Music) alla Stazione Ferroviaria sospesa di Conza-Andretta-Cairano (dalle ore 16.30), luogo dove questo disco è nato e cresciuto, già palcoscenico indimenticabile degli ultimi Sponz Fest, il Festival da lui ideato e diretto.

«A fare da battesimale a questo doppio disco tra queste terre nato e cresciuto per 13 anni, abbiamo pensato a un luogo che unisce diversi paesi – scrive lo stesso Capossela per presentare l’appuntamento di Conza – in cui ugualmente affondano le radici di questi canti. Abbiamo pensato alla stazione di Conza-Andretta-Cairano, per rinnovare l’attenzione sulla linea ferroviaria tecnicamente sospesa e per ricordarci che la ferrovia ha unito le genti più ancora che separarle. E poi perché a conclusione di questi solchi c’è un brano che si chiama “Il treno”. Il treno che come un uccello è arrivato, ha aperto le ali e si è inghiottito i cristiani. Queste “Canzoni della Cupa” sono un po’ come quei binari, hanno ancora dentro l’eco delle genti e rinnovano il sogno del treno, incarnazione di quel senso dell’avventura che accompagna e incendia le nostre esistenze. Il luogo è tecnicamente sospeso, ma praticamente abbandonato. A noi sta restituirlo all’uso, trasformare il vuoto in risorsa anziché degrado. A questo siamo necessari. Per questo vi invitiamo di nuovo sul luogo del delitto degli scorsi Sponz Fest: questa stazione così bella e così difficile, come la terra sulla quale ha imbullonato i binari, nella convinzione che c’è un premio alla scomodità e alla fatica di arrivarci. L’identità spesso si realizza nei luoghi costruiti per negarla. Le stazioni sono tra questi. Il premio è in quel ritrovamento di parti di noi stessi che pensiamo tecnicamente sospese. Vi aspettiamo, pronti a riempire il vuoto di tutto quello che avete da metterci».

“Canzoni della Cupa”, disco che arriva a 5 anni di distanza dal precedente, è composto da due lati, Polvere eOmbra, espressioni di un mondo folclorico, rurale e mitico. Al disco hanno preso parte diversi artisti, in un ideale raccordo tra due mondi, quello che racconta la grande frontiera, incarnato da artisti come Flaco Jimenez, Calexico, Howe Gelb e Los Lobos, e quello rappresentato da voci e strumenti espressione della migliore musica popolare italiana, come Giovanna Marini, Enza Pagliara, Antonio Infantino, la Banda della Posta, Francesco Loccisano, Giovannangelo De Gennaro, senza dimenticare altri straordinari musicisti come Victor Herrero, Los Mariachi Mezcal, Labis Xilouris, Albert Mihai e tanti ancora. Il disco è prodotto artisticamente dallo stesso Capossela insieme a Taketo Gohara e Alessandro “Asso” Stefana.

Da oggi è in rotazione radiofonica “La Padrona Mia”, secondo singolo estratto dal disco dopo “Il Pumminale”.

Da giugno, Vinicio Capossela sarà in tutta Italia con il tour “Polvere” (organizzato da F&P Group), a cui seguirà il tour autunnale “Ombra” nei principali teatri italiani.

«Le canzoni che affondano nei solchi di questo doppio disco sono canzoni forti e contorte come le radici -dichiara Capossela a proposito di questo nuovo tour – Il concerto che ne ricaveremo sarà un concerto radicale. Radicale nei timbri, nel repertorio e nella formazione. Doppio è il disco e doppio il concerto. All’aria aperta, nella stagione calda, il concerto denominato “Polvere”. Nel chiuso dei teatri, nell’autunno, il concerto denominato “Ombra”. La sostanza della Polvere sarà di timbri forti, marcati e netti che uniscano in forma di quadri, anzi di stasimi, come nella tragedia greca, i blocchi di cui è costituita la materia emotiva del concerto: e cioè l’ancestrale, l’arcaico, il folk, la serenata, la ballata, la frontiera, la fiesta y feria, e la mitologia».

Queste le prime date confermate del tour “Polvere”: il 28 giugno alla Cavea – Auditorium Parco della Musica di Roma, il 29 giugno al Market Sound di Milano, l’11 luglio in Piazza degli Scacchi a Marostica(Vicenza), il 13 luglio in Piazza Napoleone al Summer Festival a Lucca, il 15 luglio al Castello Scaligero diVillafranca (Verona), il 16 luglio in Piazza della Cattedrale ad Asti, il 19 luglio in Piazza della Loggia aBrescia, il 20 luglio al Flowers Festival di Collegno (Torino), il 24 luglio in Piazza Matteotti a Sogliano al Rubicone (Forlì-Cesena), il 5 agosto all’Arena Bolgheri di Bolgheri (Livorno), il 6 agosto all’Arena del Mare di Civitanova Marche (Macerata), il 9 agosto al Teatro D’Annunzio di Pescara, il 13 agosto al Forum Eventi di San Pancrazio (Brindisi), il 18 agosto alla Summer Arena di Soverato (Catanzaro), il 20 agosto al Teatro Verdura di Palermo, il 21 agosto al Teatro Antico di Taormina, il 29 agosto al Beat Festival di Empoli e il 4 settembre all’Home Festival di Treviso.

Queste tutte le date dell’instore tour:

Venerdì 6 maggio – BARI (ore 18:30 – La Feltrinelli – via Melo, 119)

Domenica 8 maggio – MILANO (ore 17:00 – La Feltrinelli – Piazza Piemonte)

Lunedì 9 maggio – LIVORNO (ore 21:00 – La Feltrinelli – via di Franco, 12)

Martedì 10 maggio – GENOVA (ore 18:30 – La Feltrinelli – via Ceccardi, 16)

Mercoledì 11 maggio – TORINO (ore 18:30 – La Feltrinelli – Stazione Porta Nuova)

Giovedì 12 maggio – FIRENZE (ore 18:30 – La Feltrinelli RED – Piazza della Repubblica)

Venerdì 13 maggio – ROMA (ore 18:30 – La Feltrinelli – via Appia Nuova, 427)

Sabato 14 maggio – NAPOLI (ore 18:00 – La Feltrinelli – Piazza dei Martiri)

Domenica 15 maggio – MONTE SANT’ANGELO – Foggia (ore 19.30 – piazzetta Abbazia di San Michele)

Venerdì 20 maggio – BOLOGNA (ore 18:30 – La Feltrinelli – Piazza Ravegnana)

Lascia il tuo commento:

*

Your email address will not be published.

Protected by WP Anti Spam

© 2016 SPONZ FEST | web design david ardito // damedia.it
Top
Sponz Social:                        
Sponz Fest 2016