SABATO 26 AGOSTO: LA GRAN PARATA DEL ’17
I MARIACHI TRE ROSAS NEL LORO UNICO CONCERTO ALLO SPONZ FEST
25 agosto 2017
Immagine di Virginia Zanetti, I Pilastri della Terra- The Pillars of the Earth, performance collettiva, 2017
UN BAGNO IN ALTA IRPINIA. INTERVISTA A MARIANGELA CAPOSSELA
25 agosto 2017

LA GRAN PARATA DEL ’17

FRA LE STRADE DI CALITRI FINO ALLA SPONZ ARENA CON IL CONCERTO DI VINICIO CAPOSSELA, EMIR KUSTURICA & NO SMOKING BAND

IL CANTANTE AL ROVESCIO ANTONIO POMPO’ E POI ALL’ALBA L’OMAGGIO A JEFF BUCKLEY

IL ROVESCIAMENTO DELLO SPONZ FEST
GIUNGE AL CULMINE NEL SUO

– sesto giorno –

Scarica le foto dello Sponz Fest 2017

https://drive.google.com/drive/folders/0ByVpGlPf6uYPRGt6dXRZdjBfWUk

IL CONCERTO DELLA GRAN PARATA DEL ’17  
E’ A INGRESSO LIBERO

 

Sabato 26 agosto lo Sponz Fest si prepara alla serata trionfale, a un concerto che celebra la rivoluzione e festeggia il rovesciamento del mondo.

Un paese in festa, una piazza piena di colori, di suoni e di danze di festa: è la Gran Parata del ’17.

Il pubblico agita le mille bandiere totalitariste di Sponz 17, racconta il direttore artistico Vinicio Capossela. E urla ritmicamente: “Kontrè! Kontrè!”. Tutto è gigantesco. Una grande forza popolare rivoluzionaria è convenuta da ogni luogo a intasare il paese in ogni sua parte. A dispetto delle imposizioni del terrore, manifesta e pratica la gioia, vero sentimento rovesciato dello spirito dei tempi.

La parata si snoderà per le vie di Calitri fino ad arrivare alla Sponz Arena dove sul palco saliranno Vinicio Capossela, Emir Kusturica con la No Smoking Band, la fanfara di San Pietroburgo Dobranotch atterrata sul pianeta Sponz dal Paese madre della Rivoluzione, il cantante al rovescio, il funambolo della parola Antonio Pompò e altri rivoluzionari comizianti e ospiti a sorpresa.

La banda del casino organizzato, il cineasta serbo Emir Kusturica, i cui primi film rimandano paesaggisticamente esattamente a questi luoghi, come i reperti illirici delle tombe più antiche sulle coste di Cairano. Attacca il suo concerto con la The No Smoking Orkestra, celebre nel mondo per il suo punk circense… Punk e circenses!!! Questo daremo in pasto al popolo ululante, fino all’ultimo giro di ballo coi padroni di casa locali, per cadere a terra stroncati dall’Accidente. Sponzati come il baccalà. Sono le parole di Vinicio Capossela per descrivere l’ospite d’onore di questo concerto “Combat Folk”, data di “Atti unici”, il tour non convenzionale con cui Capossela sta attraversando l’Italia negli ultimi mesi.

Ma la notte dello Sponz non finisce certo qui: ci si continua a immergere fra i vicoli del centro storico, a vagare tra le grotte ritornate a essere casa, tra calici di vino, prodotti della terra irpina, poesie e performance artistiche.

E si giunge così al terzo concerto all’alba: a Borgo Castello Alessio Franchini e il Circolo dei Baccanali renderanno un emozionante omaggio al divino Jeff Buckley a 20 anni dalla scomparsa con “Angeli con un’ala sola”. Franchini è fresco di esordio con il primo album di inediti elogiato dalla critica indipendente “Tutto può cambiare in un attimo”, che vede la collaborazione con Gary Lucas.

Ma prima della grande festa, un’altra intensa giornata aspetta il popolo dello Sponz. FIAB Avellino Senza Rotelle e il Coordinamento dal Basso per la Ciclovia dell’Acquedotto organizzano l’ultima cicloescursione sponzante, da Calitri ad Atella sui ponti dell’Acquedotto.

Continuano i viaggi de Il treno della rivoluzione, il treno storico riportato all’uso in occasione dello Sponz Fest 2017 grazie alla Fondazione FS Italiane in collaborazione con Regione Campania. Gli interventi di riqualificazione di Rete Ferroviaria Italiana permetteranno infatti di percorrere i binari della storica tratta Avellino – Rocchetta a bordo di carrozze Corbellini Anni ’50.

Proseguono poi le lezioni della Libera Università per Ripetenti, come sempre affiancate dalle ricreazioni alla Vineria la frasca e alla Barberia Musicale da Sicuranza con i Cunversazionevoli.

La prima lezione sarà lungo il Sentiero della Cupa “L’inconscio e l’Ombra a partire da C.G.Jung: epifania dell’Opposto ed empiria dell’incarnazione” con Andrea Calvi – psicoterapeuta. Poi si rientra a Borgo Castello con i “Rovesci, Temporali e altri capovolgimenti” raccontati dal metereologo Luca Lombroso. A seguire, “ L’Enorme e le Norme. Dal “tributare” al “tributo”: le leggi e la loro applicazione come metafora della vita” dell’esperto del Sole 24 ore Dario Deotto e “L’Odissea di un vignaiolo” con Luigi Tecce, enologo e viticultore, nella speciale aula della Vineria La Frasca.

Nel pomeriggio, l’Ex cinema Rossini ospita due appuntamenti di Sponzarti, la sezione dedicata all’arte contemporanea del festival ideata da Mariangela Capossela e curata da Tommaso Evangelista.

Il primo è un omaggio all’artista italiana Pippa BaccaNipote di Piero Manzoni, Pippa aveva intrapreso, fin dal 1997, la strada dell’arte performativa, ma è morta tragicamente durante la performance itinerante Spose in Viaggio, con cui si proponeva di attraversare, in autostop, 11 paesi teatro di conflitti armati, vestendo un abito da sposa, per promuovere la pace e la fiducia nel prossimo. Come omaggio verrà proiettato il film La Sposa di Joël Curtz e per la prima volta, durante l’incontro che avverrà a seguire, sarà discussa la ricezione della sua performance e del suo lavoro nell’ambiente artistico turco, con i tanti omaggi che le sono stati tributati con Mariangela CaposselaTommaso Evangelista e Bahar Adan della galleria G-art di Istanbul.

La seconda proiezione invece è The Prince of Venusia, cortometraggio su Gesualdo da Venosa di Silvio GiordanoIl film è ambientato nei contesti artistici di Potenza, Venosa e Acerenza, con attori e maestranze lucane, e racconta gli ultimi giorni di vita del musicista Carlo Gesualdo, dalla notizia dell’incidente mortale accaduto al figlio Emanuele fino alla sua morte.

In serata, un’altra grande novità di questa quinta edizione di Sponz: l’ elezione del caciocavaliere dell’anno! Istituito grazie alla generosità della Caciocavalleria D&D il premio viene attribuito nella SponzArena di Calitri a chi ha saputo distinguersi in eroiche gesta di cavalleria e rispetto per ciò che ci circonda. L’evento vedrà la straordinaria partecipazione dei cavalieri di Montella.

Commenta con Facebook
CONDIVIDI