Laboratori

Laboratori Bambini. Per i laboratori Adulti consultare la Sezione Sottani

I sottani nella cultura contadina irpina sono i posti del lavoro, utile a far provviste e ricettacolo per tutto l’anno: si preparano la salsa, le salsicce, le marmellate. Luoghi di risveglio della memoria e della conservazione, chi ha la fortuna di averne uno la condivide con altri.

I laboratori Sottaterra, come i sottani, sono laboratori di gioco, chimica e alchimia: qui si conservano, costruiscono e rigenerano saperi e alleanze. Laboratori Sottaterra è un modo di stare insieme che non ha età: al lavoro, vicini, con l’orecchio alle cose necessarie a provvedere; farsi provvidenzialmente presenti agli altri; scambiare metodi, segreti e far nascere nuove pratiche.

Chi guida sa condividere la sua esperienza in modo che tutti scoprano di poter dare il loro contributo all’opera… e mentre si lavoro si parla, si racconta della vita, del paese, dell’amore e delle tragedie. Chi entra nel sottano apre le porte alla possibilità di scoprire, conoscersi, tessere sulla condivisione una nuova comunità.

Ci sono sottani e laboratori per attivisti grandi e piccini.

Dal 21 al 24 agosto sarà possibile partecipare compilando il form di prenotazione con poche essenziali informazioni. I laboratori ed i sottani hanno un numero massimo di partecipanti, ma non temete, alcuni saranno presenti per più giorni!

Per chi non ha possibilità di accesso ad internet può trovare una scheda d’iscrizione allo SponzOffice.

Consulta la pagina dei Sottani

LABORATORI

 

I laboratori sono la proposta attivista per i più piccoli: imparare a fare è il metodo per cambiare le cose e noi!

E’ obbligatoria la prenotazione entro le ore 18.00 del giorno prima, tramite form online (in questa pagina)  o tramite Sponzoffice.

Per informazioni: laboratori@sponzfest.it

 

– Printi e i Laboratori al Fulmicotone (6 anni in su)

– Giochi Antichi (3 anni in su)

 

Per la partecipazione ai laboratori è importante che i minori siano accompagnati dai genitori, si chiede inoltre di portare copia del documento d’identità.

E’ obbligatoria la prenotazione entro le ore 18.00 del giorno prima, tramite form online (in questa pagina)  o tramite Sponzoffice

 

 

Storie da toccare

I bambini di oggi incontrano i bambini di ieri attraverso i personaggi delle storie e della tradizione calitrana.
Scavare nelle radici per scoprire un tempo passato che è sorprendentemente attuale.
La “scatola tattile” diventa il punto di partenza: toccare e manipolare per sperimentare le proprie percezioni e quindi scoprire materiali per dare spazio alla propria fantasia.
Con nuovi strumenti saremo liberi di immaginare e tessere nuove trame e diventare piccoli creatori di un libro tutto da toccare e raccontare.

Giulia Alfonsina Galgano
Laureata in Graphic Design presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, per la tesi di laurea ha realizzato un laboratorio plurisensoriale ispirato al Metodo Bruno Munari con bambini tra i 3 e i 5 anni di età.

Anatoli Estela Sparris
Laureata in psicologia dello sviluppo presso l’Università degli studi di Firenze, attualmente lavora come educatrice alla scuola dell’infanzia

– Dal 21 al 24 agosto

– Età: 6 in su anche 4 anni con accompagnamento dei genitori

– Dove: Grotta su via Matteotti

– Ore 15.00-17.00

Numero massimo partecipanti: 12

Giochi Antichi

Il Museo Etnografico Beniamino Tartaglia riporta allo Sponz Fest il suo ormai apprezzatissimo laboratorio sulla costruzione dei giochi da parte dei bambini, con il sapere e la manualità che era tipica dei nostri nonni e bisnonni. Materiali poveri, inventiva, condivisione: gli ingredienti di una meraviglia che si forma davanti agli occhi e nelle mani dei bambini, artefici dei loro stessi giochi.

Il Museo riprende i vecchi codici dal patrimonio della memoria comune, e li passa ai più giovani perché quel codice continui a dar frutti nuovi ogni giorno: proprio come un seme, contenitore di un codice antico, ma sempre nuovo, sempre pronto a sviluppare nuovi rami e a posarsi in nuove terre. Sottaterra il seme rinasce e fa rinascere una memoria antica. E il Museo Beniamino Tartaglia, con il suo laboratorio, semina questa memoria nelle forme del gioco.

Nell’edizione 2019 del laboratorio sui giochi, il tema del seme si intreccerà a quello tradizionale della costruzione dei giochi di una volta.

– Dal 21 al 24 agosto

– Età: 3 anni in su

– Dove: Grotta su via Matteotti

– Ore 10.00-13.00

Per saperne di più sul museo etnografico e la sua proposta

fb:  https://www.facebook.com/aquiloniamusei/

http://www.aquiloniamusei.it/il-museo.php

Non è richiesta Prenotazione:

Modulo Prenotazione


 

* Tutti i campi sono obbligatori
 


 

Condividi